FAIL (the browser should render some flash content, not this).
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ecco Come Riconquistare la Persona che Ami!

Come Riconquistare un Amore

Tra le domande più disparate che interessano l’ambito sentimentale e relazionale, la richiesta più frequente è “Come fare per riconquistare il mio amore?”. Del resto non c’è momento più difficile di quando ti senti dire dalla persona che ami che è finita. Un momento logorante, in cui si assaggiano davvero lo sconforto e la disperazione. I tuoi progetti, le tue certezze, i tuoi punti saldi ti franano inesorabilmente addosso. E faresti qualunque cosa, qualunque, per riconquistare l’oggetto del tuo amore. Perché Dio solo sa quanto ti manca e odi la sola idea che possa finire in lenzuola altrui.

Se anche tu navighi in queste cattive acque, probabilmente questo sito ti sarà d’aiuto. Qui, migliaia di persone che si trovano in una situazione analoga alla tua, raccontano la loro storia, condividono le loro esperienze, ricevono consigli su come comportarsi in situazioni sentimentalmente critiche.

Se ti può tranquillizzare, sappi che molti riescono a superare questo momento difficile. I periodi di crisi sono quelli nei quali le persone maturano maggiormente, tanto che la parola stessa “crisi” etimologicamente non ha una accezione per nulla negativa. Deriva dal greco “krinein”, che significa separare. Separare il bene dal male; ciò che giusto, da ciò che è sbagliato. Focalizzarsi su sé stessi per capire i propri errori, e porvi rimedio.

Si tratta di un momento d’oro, durante il quale la paura di perdere la persona amata può essere convogliata positivamente in una spinta efficace al cambiamento, per rinnovarsi e separare i propri comportamenti positivi da quelli negativi, crescendo notevolmente a livello personale e relazionale.

Per cui, regola numero uno: niente panico. Nulla è mai perduto per sempre e anche le situazioni apparentemente irrecuperabili, possono essere risanate con forza di volontà e dedizione. Però è fondamentale mantenere la calma e la lucidità mentale, ed evitare i tanti colpi di testa controproducenti dettati dall’emotività. Dare in escandescenza, imprecare contro la persona che ami, assillarla a dismisura, mandare messaggi e telefonare a tutte le ore, servirà solo ad esasperare ulteriormente la tua situazione e a fare allontanare quella persona definitivamente.

Fatto un bel respiro? Ok. Allora è il momento della regola numero due: focalizza la tua attenzione sul problema. Se vi siete lasciati, un motivo c’è. Sempre. E capire la ragione per cui la persona che ami non sta più bene con te, è un passo fondamentale per tornare stabilmente insieme. Si può anche trovare il gesto d’effetto o la frase di scuse che recuperi momentaneamente una situazione, ma se non si risolve il problema di fondo, prima o poi tornerà a galla.

Siediti in un ambiente silenzioso nel quale hai la possibilità di concentrarti e fare mente locale, e prova ad esaminare la tua relazione scrivendo le tue sensazioni su un quaderno: quali sono le ragioni che vi hanno portato alla rottura o a litigare? Prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno: come scriveva Seneca, «non c’è vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare». Se vuoi uscire dalle cattive acque nelle quali stai navigando, è fondamentale avere le idee chiare su ciò che non funzionava all’interno della tua relazione e su come porvi rimedio.

Una volta che avrai completato questo “esame di coscienza”, veniamo alla regola numero tre: ti servirà un espediente per riallacciare i rapporti con la persona che ami o semplicemente per persuaderla che infondo valga la pena concederti una seconda possibilità. Tu ami una persona che non può sapere che hai realmente voglia di cambiare, di maturare, di scovare e sgrovigliare i nodi dolenti della vostra relazione. Sa solamente che in quella relazione non si trovava bene, che se siete giunti alla decisione sofferta di darci un taglio è perché non c’era quella giusta alchimia tra di voi, quel desiderio di conoscere tutto l’uno dell’altra, di entrare a far parte del suo mondo, di condividere le sue passioni, i suoi sogni.

Se vuoi vincere questa sua naturale resistenza a “tornare sui suoi passi”, avrai bisogno di qualcosa sappia impressionarlo positivamente. A questo proposito, un’idea in genere efficace (se ne potrebbero aggiungere molte altre) è quella di  schierarsi dalla sua parte. Frasi come «sei proprio un idiota! Te ne pentirai amaramente! Non troverai mai nessuno come me!», non hanno mai portato a buoni risultati. Ma davvero pensi che qualcuno ricomincerebbe una storia d’amore con te perché non trova niente di meglio sul mercato? Oltre ad essere qualcosa di veramente squallido, dacché mondo è mondo si sta comunque meglio soli che male accompagnati.

Quello che ci vuole invece è un gesto di apertura mentale nei suoi confronti. E carta e penna. Hai letto bene, c’è scritto carta e penna. Non sms, non e-mail, non qualche altra fredda e distaccata diavoleria elettronica. In un momento del genere, la forma ha la sua importanza. E la poesia di una lettera cartacea impregnata delle emozioni di una persona innamorata, è impareggiabile. Ma facciamo un esempio concreto:

Mia amata Chiara,

ti confesso che quando hai preso questa decisione mi è crollato il mondo addosso. Non riuscivo ad accettare quello che stava accadendo, volevo dimostrarti che ti sbagliavi e pretendevo a tutti i costi che tornassi con me. ”Pretendevo”, che idiota. Solo ora mi rendo conto di essere stato un imperdonabile egoista, troppo attento a quello che desideravo io, per accorgermi di ciò che era importante per te. Ma Amare significa tutt’altro. E ora che l’ho capito, è troppo tardi.

Ti scrivo per chiederti perdono per le tante, troppe volte che ti ho fatta soffrire in questi ultimi mesi. E voglio che tu sappia che la tua è stata la scelta migliore. Se è questo che vuoi, hai fatto bene a lasciarmi. Perché tutto ciò che desidero ora, è che tu sia felice.

Ti ho amata ogni singolo giorno,

Luca

Ecco. Questo è quello che intendo con apertura mentale. A livello comunicativo questa lettera è spiazzante. Innanzitutto perché i due ex fidanzati non stanno più litigando, ma sono finalmente d’accordo su qualcosa. E sono d’accordo nel momento in cui è più difficile esserlo. In secondo luogo perché Chiara pensava di avere lasciato un ragazzo egoista e distratto, e invece lo riscopre sensibile, comprensivo e attento alle sue esigenze. E magari nella sua mente cominciano a passare pensieri come questo: «Luca è cambiato. Forse ha capito la lezione. O forse infondo mi sono sbagliata. Forse dovrei dargli un’altra possibilità. Un mese in più, cosa mi costa?»

Capito il punto?

C’è da dire che questo è solo il primo passo nella direzione giusta. Poi bisognerebbe aggiungere tante altre cose che necessiterebbero di una più lunga e adeguata trattazione.  Come dicevamo, la maggior parte delle relazioni che vivono una crisi profonda, possono essere recuperate. Però è necessario porsi nei confronti del proprio partner con la giusta intelligenza emotiva e sociale, nel pieno rispetto del suo volere e delle sue scelte.

Racconta anche tu la tua storia al blog, descrivendo bene qual è la tua situazione attraverso l’apposito riquadro in calce a questa pagina così da ricevere dai lettori del blog, da me o dallo staff di Riconquistare.it, qualche consiglio mirato.

P.S. Ah, dimenticavo. Oggi Chiara e Luca sono felicemente sposati, si amano più che mai e hanno una figlia meravigliosa di cinque anni! Di buon auspicio per tutti, no? ;-)

Ci sono 5.234 commenti per “Come Riconquistare un Amore”

  1. alex scrive:

    Ciao,sono stato quasi 2 anni con una ragazza.Pochi giorni fa ha scoperto che l’avevo tradita con un altra.
    All’inizio non voleva più vedermi,poi voleva quasi darmi un altra possibilità,però la delusione era tanta e ha deciso di lasciarmi,giustamente direi.
    Il fatto è che io sono innamorato e quel gesto per me è cancellato nella mia mente,non farò mai piu una cosa simile,la penso ogni giorno e voglio tornare con lei.
    Sono passati solo 5 giorni da quando la saputo e 2 da quando mi ha lasciato…qualè la cosa giusta da fare ora?…devo aspettare un pò?…aiuto…

  2. Federico scrive:

    Ciao, mi chiamo Federico. La mia fidanzata ha chiesto una pausa di riflessione dopo 4 anni e mezzo passati insieme. Mi ha detto di voler pensare per un pò solo a se stessa e alla sua autostima che dice di aver perso. Siamo sempre stati benissimo in questi anni, solo che ci sono stati vari momenti in cui per periodi di preoccupazione, ansia e comunque situazioni negative non legate alla coppia io avevo parecchi malumori e di conseguenza mi capitava di trattarla non bene come meritava oppure mi chiudeva in me stesso senza rendermi conto che doveva dare importanza a lei e ai momenti in cui eravamo insieme. Questo l’ha fatta soffrire molto e ora siamo in questa situazione…solo ora mi rendo conto della felicità che mi dava e del fatto che avrei dovuto apprezzare che fosse al mio fianco. Questo distacco dura da quasi 3 settimane e soffro tantissimo, la mia serenità non c’è più e il mio punto di riferimento che era lei è svanito. Ora ho capito cosa ho sbagliato e sono pronto a continuare la nostra relazione senza quei comportamenti negativi che ho tenuto, ma non ho idea di come fare e se vorrà…la sola cosa positiva è che nonostante la pausa e nonostante diceva di non volermi sentire qualche volta mi scrive. Come dovrei fare per riconquistarla?

  3. matteo scrive:

    Mi chiamo Matteo ed ho 36 anni, e la ragazza in questione 37. Ho conosciuto questa ragazza 2 mesi fa, non so come abbia fatto? Se il suo fare disinvolto, la sua allegria, il suo voler vivere una relazione felice e serena, fatto sta che me ne sono innamorato. Io ero solo da 1 anno dopo una storia di 9 anni portata avanti tra litigi e incomprensioni, quindi ho deciso spinto dal sentimento per un altra ragazza di chiudere questo calvario. Sono stato respinto dall’altra ragazza perché eravamo amici comuni di coppia. Passato questo anno tra rabbia e solitudine ho conosciuto questa ragazza su una chat, Lei era in cerca di trovare qualcosa per cui valesse la pena costruire un futuro, io anche. Lei usciva da una storia di 5 anni dove il suo ex viveva due vite distinte, una con la sua fidanzata la quale non andava bene ma non la lasciava, ed una con Lei che sapeva benissimo dell’esistenza dell’altra. Spinta anche Lei dal dolore lo ha lasciato un anno fa, più o meno nello stesso periodo in cui ho chiuso io con la ex.
    Con Lei ci siamo trovati subito e nel giro di 4 giorni abbiamo deciso di uscire. La prima sera è stata fantastica, quasi un sogno. Il primo bacio è avvenuto quella stessa sera per poi proseguire in una notte di continui baci e coccole, fino al mattino dove mi ha chiesto di andare a casa sua. Non abbiamo fatto sesso, siamo solo stati insieme ed abbiamo dormito. Lei fa un lavoro su turni primi, secondi e notti, e li era di riposo. In Lei vedevo molta voglia di vedermi spesso, e ci siam visti 2 giorni dopo, ci siam visti spesso e ogni volta Lei mi chiedeva se volessi restare a dormire da lei, in un paio di occasioni le dissi: ma sei sicura? Non è un problema ci vediam domani! Alla sua richiesta continua non riuscivo a dir di no e 5 giorni dopo abbiam fatto sesso. Ci siam trovati subito, e lei era fortemente attratta da me ed appagata come io di lei. Da li a due settimane dopo ci siamo messi insieme. Io però dall’inizio ho minato le sue sicurezze con le mie insicurezze, con le mie paure di poterla perdere, che lei si potesse stancare di me, e in un paio di episodi ho avuto la stupidità di dirle che quelle situazione le avevo già vissute con la mia ex. In Lei vedevo tanta paura di poter soffrire ancora, ma soprattutto la voglia di non aver discussioni ne paranoie all’inizio della relazione. Dopo esserci messi insieme in quella settimana Lei ha avuto febbre molto alta, ed io sono rimasto da lei chiedendoglielo per aiutarla con i cani e la casa visto che stava molto mali con ritmi di 4 notti di febbre a 40. Alla fine dell’influenza il primo episodio dove ho detto la bruttissima frase che avevo già vissuto tali situazioni con la mia ex, seguita da un: accompagnami a casa. Dalle 3 di quel pomeriggio fino alle 19 ci siamo messaggiati con whatssapp e li lei mi aveva chiesto di pensarci un pò su tutti e due. Al che sono andato da lei ed abbiam parlato, dicendomi di nuovo cosa non volesse lei da un rapporto. Da quel momento mi son reso conto ed ho cercato di essere a pieno me stesso, il mese più bello della mia vita, nel quale sia io che lei eravamo felici, con un paio di comportamenti permalosi da parte mia ma niente di che. La sera in cui si è rotto tutto è stato mentre mi raccontava di aver parlato al suo ex perché ci lavora insieme purtroppo. Lei mi ha sempre garantito che c’è solo gran rispetto lavorativo e che mai sarebbe tornata con lui. Comunque parlando era felice e mi stava raccontando di avergli parlato di me, mi ha detto che il suo ex gli aveva chiesto se si era fidanzata e lei le aveva ri sposto: Si. esco con uno. Non era finito li il racconto, ma io non so per quale motivo, con un fare ironico infastidito le ho detto: Si esco con uno? Per due volte. Al che lei mi ha detto che le dava molto fastidio che controllassi le parole che usava e che gli stavo troppo addosso, io risposi ok va bene dai chiudiamola qui la discussione, lei mi rispose ancora ed io dissi di nuovo: ok chiudiamola qui ho sbagliato va bene. Ma vedendo il suo nervoso nella mia testa e scattato qualcosa che non avevo mai fatto con nessun’altra, essere geloso! Al che cominciai a muovere la gamba nervosamente e lei mi chiese se dovessi andare avanti ancora per molto a fare cosi e, che se l’avessi lasciata finire avrei capito che era una cosa bellissima. Io ero nervoso proprio per quello perché sapevo di aver sbagliato e di averla delusa di nuovo. Ma sapendo com’era Lei, cioè che quando si arrabbia ha bisogno del suo tempo, stupidamente mi sono azzittito e non ho parlato più per due giorni, per poi mandarle un messaggio con whatssapp per scusarmi, ma lei rispose che era meglio chiuderla li e che era spiaciuta ma che era colpa sua perché non era più in grado di gestire le sue emozioni. Da li io ho fatto tutti gli errori possibili, sono andato da lei la mattina seguente in cui staccava dal turno di notte per restituirle le chiavi di casa e parlare con lei. La sera mi scrisse lei dicendomi che non voleva perdermi e che forse e ripeteva forse avrebbe voluto continuare a frequentarmi ma non più come prima. Il giorno dopo sono andato da lei con una rosa e lei si è un pò arrabbiata, il giorno seguente ho contattato le sue amiche. In quella settimana Lei mi aveva scritto su Facebook ed io risposi su whatssapp e li scherzammo come se niente fosse. Il problema è nato 3 giorni dopo quando ha scoperto che avevo cercato le sue amiche. Io oltre a quello mi sono presentato da lei alla sera chiedendogli di prendere una decisione o si o no, perchè cosi non ce la facevo più.
    Sono 3 settimane che sto morendo e piango, lei per me è veramente importante e so che insieme potremmo fare grandi cose. So perfettamente di essermi comportato come un idiota durante, ma soprattutto dopo con milioni di messaggi.
    Mi manca tutto di lei, ma i suoi occhi sono la parte che mi manca di più di tutto!

  4. Concetta scrive:

    Un’anno fa ho conosciuto un uomo la conoscenza è avvenuta in un momento particolare della mia vita , avevo lasciato dietro e cioè da un paio di anni la separazione con il mio ex marito….iniziai un percorso spirituale…li ho conosciuto lui …per sei mesi , e ‘ andato quai tutto bene, tra il lasciarci tra rimettersi insieme e così via. Gli ultimi 4 mesi sono stati molto devastanti, solo passione e attrazione fisica per lui, per me grande amore…ci cercavamo vicendevolmente , quando io avendo scoperto che aveva contattato durante questi 4 mesi una sua ex , ho cercato di farmi spiegare cosa fosse accaduto se vero che era andato alla ricerca di questa donna, lui ha negato e da allora si è infastidito così tanto che ha deciso di chiudere totalmente la storia…dicendomi che mi vuole un mondo di bene e che io non cambierò mai …da 15 gg che mi ha bloccato telefonicamente , messaggi , whatsapp …dicendomi che non ne vuole più sapere di me…lo amo così tanto che vorrei riconquistarlo perché ho certezza che anche lui prova lo sento sentimento , ma lui ragiona con la testa ( molto rigido) ma no con il cuore…
    Ho bisogno di qualche suggerimento . Grazie Concetta

  5. eduardo scrive:

    Ciao,sono eduardo. Sono stato insieme a una ragazza per soli due mesi più uno nel quale ci eravamo frequentati. Io 20 anni lei 16. Ci siamo innamorati perché ci siamo accettati per quello che eravamo e perché ho appoggiato il suo tentativo di guarire dalla sterilità. Sta attraversando il momento più delicato della sua vita per la cura a cui si sta sottoponendo. I motivi per i quali mi avrebbe lasciato sono alcune incomprensioni tra cui due battuye che l avrebbero offesa (sono ironico ma) un testo cje le scrissi per incoraggiarla ma che l ha fatta soffrire e poi si è messa in testa che io avessi un altra perché secondo lei non le davo le dovute attenzioni negli ultimi giorni prima della sua decisione. Ho provato a convincerla con la ragione e adesso ha un altro.le ho scritto l ultimo messaggio dicendole che mo scuso e che voglio che sia felice. Cosa mi consigliate?

  6. Luca scrive:

    Ciao mi chiamo luca io e la mia ragazza siamo stati insieme 6 anni bellissimi, qualche piccola incomprensione ma niente di che. In questo ultimo mese mi sentivo confuso non sapevo se provavo le stesse cose per lei , e allora ho preso la decisione di lasciarla, lei mi disse quando hai le idee chiare sai dove trovarmi. I primi 20 giorni mi sembrava che filasse tutto liscio e ero convinto della mia decisione e infatti mi sono visto un paio di volte con un altra persona diciamo una persona che lei considera no squallida di più. Poi o chiuso tutti i contatti sono andato da lei e glielo detto per essere il più sincero possibile. Perché ho capito che amo veramente lei, ora sto facendo l’impossibile per riconquistarla ma niente è tutto inutile mi dice: ” possiamo rimanere amici so che ci stai male ti voglio aiutare ma da lei non posso avere ne oggi ne mai nient’altro” anzi lei sta vedendo un altra persona mi dice che si sta innamorando perché lui la capisce, dimenticavo lei mi ha amato veramente e 20 giorni prima che la lasciassi mi ha chiesto di andare a convivere dopo un mese e mezzo che ci siamo lasciati mi dice che per me non prova più niente anzi non riesce a fare a meno dell’altra persona dimenticavo fino a 2 settimane c’è stata no male di più ora sembra tutto finito vi prego aiutatemi.

  7. gianluca scrive:

    ciao cari mi trovo in una situazione un po’ strana 9 mesi fa’ ho conosciuto una ragazza su fb ,lei era appena divorziata il marito la tradiva ,io ho cominciato prima a farle dei complimenti poi con il tepo piano piano ho iniziato a cortegiarla e lei mi diceva sempre che non era pronta per uscire con nessun ragazzo ,poi dopo nove mesi siamo usci insieme ci siamo fidanzati ma tutto è durato 3 settimane ,un giorno ci sentiamo per telefono e lei mi dice che sarebbe venuta a cena da me , dopo due ore mi scrive un bel messaggio dicendomi che non era pronta ne per una storia ne per una frequentazione e che non sarebbe piu venuta a cena ,si è scusata con me dicendomi che non ce la faceva propio a cominciare una storia che aveva ancora i sentimenti bloccati verso qualcosa che non cè piu’ ,cioè il suo matrimonio ,io per un po mi sono messo da parte cercando di capire il suo stato d’animo ,ma io voglio riconquistarla ,datemi un consiglio ,vorrei scriverle una lettera ,datemi una consiglio grazie

  8. Raoul scrive:

    Ciao, sto insieme con mia moglie dal dicembre 2006
    E’ stato per me come un colpo di fulmine
    Ad aprile 2007 siamo andati a convivere. Il 27 febbraio 2008 ci siamo sposati e il 14 giugno dello stesso anno è nata Sofia. Il 13 dicembre 2009 e’ nato Mattia. Io ero sempre al lavoro, lavoravo solo io e anche se avevo un buon stipendio con due bambini piccoli la nostra vita non è stata molto facile, tanti sacrifici. Poi il tracollo nel 2010 vengo licenziato e il nostro matrimonio e’ in continuo declino. Non c’è più amore io con la continua ricerca di un lavoro lei a cercare di scuotermi a reagire dopo 1 anno trovo di nuovo lavoro. Ma qualcosa si e’ rotto tra noi tanti litigi, familiari in mezzo escono fuori tanti rancori passati. Poi da un bruttissimo litigio tra me e’ mia moglie anche davanti ai bambini e mi vergogno ancora a dirlo decido , come mi aveva consigliato lei proprio tanto tempo fa di parlare con un terapista di coppia. Ma prima che potessimo fare l’incontro scopro dei messaggi molto intimi tra mia moglie e un nostro amico anche lui sposato e con due bambini di cui una era quasi neonata. Io vado su tutte le furie e penso ma che ci vado a fare dallo psicologo. Poi invece continua la nostra storia iniziamo le sedute che non portano a nulla. A dire il vero mia moglie disse che ogni volta che usciva dalla seduta era più arrabbiata di prima e che io davanti lo psicologo mi comportavo in un modo e con lei facevo altro. Probabilmente quando una donna pensa ad un altro significa che la colpa è la tua che l’hai trascurata. Ma io ci ho messo ben 8 mesi prima di riuscire a capire questo. Ora io da solo ho superato il trauma be forse ancora mi rode un po’ però non lo rimarco più per lei quello e’ stato un trovare un uomo che la saputa coccolare. Solo che io ancora ad oggi non capisco se lei vuole continuare a stare insieme a me ma dice che sono io che non voglio starci perché mi comporto come se stessi da solo. Ma a me non sembra proprio. Voglio tornare ad essere felice con mia moglie per noi e per i bambini. Saluti Raoul

  9. Sofia scrive:

    Ciao sono Sofia.
    Sono stata insieme al mio ragazzo quasi due anni, e una settimana fa mi ha lasciata, di punto in bianco, dicendo che non mi amava più, che non si sentiva bene con me e che non voleva più continuare questa storia. Non me lo sarei mai aspettato, infatti ci sono rimasta davvero malissimo. Ho 16 anni, è la mia prima storia con un ragazzo, e io lo amo, tutto quello che c’è stato tra noi è stato qualcosa di favoloso, e non riesco ancora a crederci che possa finire tutto. Tre giorni fa mi ha scritto, dicendomi che era confuso, non capiva quello che gli stava succedendo, e aveva degli sbalzi d’umore, dove stava bene e altri nei quali sentiva la mia mancanza. Ci siamo visti il giorno dopo, e stiamo cercano di venirci incontro. Ci scriviamo e ci vediamo ogni tanto, non da amici, ma da ragazzi che cercano di sistemare le cose, e migliorarle. Io farei qualsiasi cosa, ma lui non mi ama, e ho molta paura che tutto possa andare storto. Come posso comportarmi, cosa posso fare? Ho tanta paura di perderlo, non voglio finisca tutto così…

  10. Karaoke78 scrive:

    Salve,
    il mio uomo dopo 6 anni insieme ed una figlia di 5 e alti e bassi continui nella ns storia x motivi molto seri (vizietti suoi che io nn ho mai condiviso e scoperti solo dopo un anno di convivenza),si è autocovinto di nn essere più innamorato di me e si è invaghito di un altra. Viviamo insieme ancora e qst mi fa male,lui due sere fa mi ha cercata,ha detto che gli manco,che mi vuole,che soffre quanto me,abbiamo fatto l amore..poi l indomani il nulla. Sn delusa,combattuta..lui dice di nn essere fidanzato cn lei,solo che nn è sicuro di voler tornare cn me x paura,x nn so che. Vorrei poter avere un consiglio adeguato su cosa fare e dire e su cosa nn fare e nn dire in qst momenti. Lo rivoglio cn me xke lo amo e xke so ke anche lui mi ama. Aiutatemi

  11. ezio scrive:

    Ero assieme a Catia da 14 anni..appena comprammo casa suo padre Mori e io dovetti restrutturare la loro perche dov erano..non potevano stare.finiti I 3 appartamenti..uno x catia uno x sua mamma uno x sua sorella..andai a finite la nostra…casa…quando fini…dopo 3 anni di convivenza mi disse che non mi sopportava piu..e che ero andato fuori di testa perche lavoravo 14 ore al giorno.x via del mutuo..mi lascio e volle indietro I suoi soldi 50000 euro..senza riconoscere un Ora di lavori a talmasons..dei 3 appartamenti..la ringraziai…e la liquidai con 14 rose rosse.e 50000 euro…ora la casa e Mia..e vado a zoccole le pago.e non mi vergogno..dove ho sbagliato..a non stira a perche avevo la donna delle pulizie..doveva solo farmi da mangiare…

  12. Antonio scrive:

    Ciao,mi chiamo Antonio,la mia ragazza mi ha lasciato 2 mesi fa dopo due anni e mezzo dicendo che ci eravamo allontanati e nn era piu innamorata di me, negli ultimi mesi le cose non andavano benissimo alti e bassi anche a causa di miei problemi personali che forse lei non è riuscita a capire fino in fondo,lei non mi saluta neppure ed è una ragazza molto orgogliosa,all inizio le prime due settimane ho cercato di parlarle ma nulla,non mi ha dato questa possibilità,da allora io non l ho piu ne chiamata ne mandato messaggi,adesso l unica forma di comunicazione che potrei provare sarebbe una lettera sarebbe il mio ultimo passo verso di lei.consigli..

  13. Gianluca scrive:

    Ciao mi chiamo Gianluca la mia ragazza da un mese mi a lasciato, al momento mi aveva detto che era stanca e voleva pensare al suo bene perché io non gli mostrato interessi ma io avevo riposto in lei molta fiducia era la mia vita ho confidato in lei tutto ciò che io facevo o avevo intenzione di fare, a gennaio gli dissi di venir a stare con me per sempre ma senza dare una data definitiva,il giorno prima del mio compleanno mi a detto che lei non mi ama più e che voleva stare sola e pensare a come poteva star bene,è inutile dirvi quanto male io stia ho provato di tutto ho mandato fiori,ho scritto lettere, ho fatto un cd con le nostre foto con sotto fondo le canzoni più belle ma non è servito a nulla oggi esattamente un mese dopo mi dice che sto sprecando del tempo che lei non vuole darmi un occasione è che sta già frequentando unal’tra persona che lui la adora così come è la nostra storia durava da 3 anni e mezzo come può una persona dopo questo tempo dimenticare tutti i nostri momenti? Mi è crollato il mondo addosso per questo non voglio rinunciare a lei per nessun motivo perché l’amo più della mia stessa vita,non so più come fare lei mi a proibito di chiamarla e di farmi vedere sono veramente disperato non so più come combattere se potete aiutatemi grazie Gianluca

  14. michelle scrive:

    Salve, mi chiamo Michelle. Il mio ragazzo mi ha lasciata qualche giorno fa dicendo di non provare più gli stessi sentimenti di prima dopo due anni. I suoi comportamenti mi hanno creato tanta confusione: Quando mi ha parlato, sconvolta ho subito preso il primo regalo che gli ho fatto per buttarlo e lui si é alzato piangendo e urlando di nn farlo, vuole avere i nostri ricordi e le mie cose intorno e ogni tanto mi scrive dicendo che lo fa xke nn vuole abbandonarmi. Mi dice che sta malissimo e cose cosi o mi chiede come sto e mi dice che prima o poi passerà . Non capisco quindi le sue intenzioni. Vorrei riconquistarlo..lasciargli del tempo e nn sentirlo per un po xke é l unico modo xcui lui si potrebbe accorgere di come é davvero stare senza di me. Quindi come posso fare per sorprenderlo e soprattutto convincerlo a riprovarci? Magari da zero..qualche caffe e sms ogni tanto e fare le cose con calma. Émolto orgoglioso e pessimista quindi nn so come muovermi. Vi prego aiutatemi.

Lascia un Commento!