FAIL (the browser should render some flash content, not this).
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ecco Come Riconquistare la Persona che Ami!

Come Riconquistare un Amore

Tra le domande più disparate che interessano l’ambito sentimentale e relazionale, la richiesta più frequente è “Come fare per riconquistare il mio amore?”. Del resto non c’è momento più difficile di quando ti senti dire dalla persona che ami che è finita. Un momento logorante, in cui si assaggiano davvero lo sconforto e la disperazione. I tuoi progetti, le tue certezze, i tuoi punti saldi ti franano inesorabilmente addosso. E faresti qualunque cosa, qualunque, per riconquistare l’oggetto del tuo amore. Perché Dio solo sa quanto ti manca e odi la sola idea che possa finire in lenzuola altrui.

Se anche tu navighi in queste cattive acque, probabilmente questo sito ti sarà d’aiuto. Qui, migliaia di persone che si trovano in una situazione analoga alla tua, raccontano la loro storia, condividono le loro esperienze, ricevono consigli su come comportarsi in situazioni sentimentalmente critiche.

Se ti può tranquillizzare, sappi che molti riescono a superare questo momento difficile. I periodi di crisi sono quelli nei quali le persone maturano maggiormente, tanto che la parola stessa “crisi” etimologicamente non ha una accezione per nulla negativa. Deriva dal greco “krinein”, che significa separare. Separare il bene dal male; ciò che giusto, da ciò che è sbagliato. Focalizzarsi su sé stessi per capire i propri errori, e porvi rimedio.

Si tratta di un momento d’oro, durante il quale la paura di perdere la persona amata può essere convogliata positivamente in una spinta efficace al cambiamento, per rinnovarsi e separare i propri comportamenti positivi da quelli negativi, crescendo notevolmente a livello personale e relazionale.

Per cui, regola numero uno: niente panico. Nulla è mai perduto per sempre e anche le situazioni apparentemente irrecuperabili, possono essere risanate con forza di volontà e dedizione. Però è fondamentale mantenere la calma e la lucidità mentale, ed evitare i tanti colpi di testa controproducenti dettati dall’emotività. Dare in escandescenza, imprecare contro la persona che ami, assillarla a dismisura, mandare messaggi e telefonare a tutte le ore, servirà solo ad esasperare ulteriormente la tua situazione e a fare allontanare quella persona definitivamente.

Fatto un bel respiro? Ok. Allora è il momento della regola numero due: focalizza la tua attenzione sul problema. Se vi siete lasciati, un motivo c’è. Sempre. E capire la ragione per cui la persona che ami non sta più bene con te, è un passo fondamentale per tornare stabilmente insieme. Si può anche trovare il gesto d’effetto o la frase di scuse che recuperi momentaneamente una situazione, ma se non si risolve il problema di fondo, prima o poi tornerà a galla.

Siediti in un ambiente silenzioso nel quale hai la possibilità di concentrarti e fare mente locale, e prova ad esaminare la tua relazione scrivendo le tue sensazioni su un quaderno: quali sono le ragioni che vi hanno portato alla rottura o a litigare? Prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno: come scriveva Seneca, «non c’è vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare». Se vuoi uscire dalle cattive acque nelle quali stai navigando, è fondamentale avere le idee chiare su ciò che non funzionava all’interno della tua relazione e su come porvi rimedio.

Una volta che avrai completato questo “esame di coscienza”, veniamo alla regola numero tre: ti servirà un espediente per riallacciare i rapporti con la persona che ami o semplicemente per persuaderla che infondo valga la pena concederti una seconda possibilità. Tu ami una persona che non può sapere che hai realmente voglia di cambiare, di maturare, di scovare e sgrovigliare i nodi dolenti della vostra relazione. Sa solamente che in quella relazione non si trovava bene, che se siete giunti alla decisione sofferta di darci un taglio è perché non c’era quella giusta alchimia tra di voi, quel desiderio di conoscere tutto l’uno dell’altra, di entrare a far parte del suo mondo, di condividere le sue passioni, i suoi sogni.

Se vuoi vincere questa sua naturale resistenza a “tornare sui suoi passi”, avrai bisogno di qualcosa sappia impressionarlo positivamente. A questo proposito, un’idea in genere efficace (se ne potrebbero aggiungere molte altre) è quella di  schierarsi dalla sua parte. Frasi come «sei proprio un idiota! Te ne pentirai amaramente! Non troverai mai nessuno come me!», non hanno mai portato a buoni risultati. Ma davvero pensi che qualcuno ricomincerebbe una storia d’amore con te perché non trova niente di meglio sul mercato? Oltre ad essere qualcosa di veramente squallido, dacché mondo è mondo si sta comunque meglio soli che male accompagnati.

Quello che ci vuole invece è un gesto di apertura mentale nei suoi confronti. E carta e penna. Hai letto bene, c’è scritto carta e penna. Non sms, non e-mail, non qualche altra fredda e distaccata diavoleria elettronica. In un momento del genere, la forma ha la sua importanza. E la poesia di una lettera cartacea impregnata delle emozioni di una persona innamorata, è impareggiabile. Ma facciamo un esempio concreto:

Mia amata Chiara,

ti confesso che quando hai preso questa decisione mi è crollato il mondo addosso. Non riuscivo ad accettare quello che stava accadendo, volevo dimostrarti che ti sbagliavi e pretendevo a tutti i costi che tornassi con me. ”Pretendevo”, che idiota. Solo ora mi rendo conto di essere stato un imperdonabile egoista, troppo attento a quello che desideravo io, per accorgermi di ciò che era importante per te. Ma Amare significa tutt’altro. E ora che l’ho capito, è troppo tardi.

Ti scrivo per chiederti perdono per le tante, troppe volte che ti ho fatta soffrire in questi ultimi mesi. E voglio che tu sappia che la tua è stata la scelta migliore. Se è questo che vuoi, hai fatto bene a lasciarmi. Perché tutto ciò che desidero ora, è che tu sia felice.

Ti ho amata ogni singolo giorno,

Luca

Ecco. Questo è quello che intendo con apertura mentale. A livello comunicativo questa lettera è spiazzante. Innanzitutto perché i due ex fidanzati non stanno più litigando, ma sono finalmente d’accordo su qualcosa. E sono d’accordo nel momento in cui è più difficile esserlo. In secondo luogo perché Chiara pensava di avere lasciato un ragazzo egoista e distratto, e invece lo riscopre sensibile, comprensivo e attento alle sue esigenze. E magari nella sua mente cominciano a passare pensieri come questo: «Luca è cambiato. Forse ha capito la lezione. O forse infondo mi sono sbagliata. Forse dovrei dargli un’altra possibilità. Un mese in più, cosa mi costa?»

Capito il punto?

C’è da dire che questo è solo il primo passo nella direzione giusta. Poi bisognerebbe aggiungere tante altre cose che necessiterebbero di una più lunga e adeguata trattazione.  Come dicevamo, la maggior parte delle relazioni che vivono una crisi profonda, possono essere recuperate. Però è necessario porsi nei confronti del proprio partner con la giusta intelligenza emotiva e sociale, nel pieno rispetto del suo volere e delle sue scelte.

Racconta anche tu la tua storia al blog, descrivendo bene qual è la tua situazione attraverso l’apposito riquadro in calce a questa pagina così da ricevere dai lettori del blog, da me o dallo staff di Riconquistare.it, qualche consiglio mirato.

P.S. Ah, dimenticavo. Oggi Chiara e Luca sono felicemente sposati, si amano più che mai e hanno una figlia meravigliosa di cinque anni! Di buon auspicio per tutti, no? ;-)

Ci sono 5.248 commenti per “Come Riconquistare un Amore”

  1. Sharon scrive:

    Ciao a tutti,sono circa tre giorni che il mio ragazzo mi ha lasciata.Lui ha 19 anni io sono più piccola di lui di te anni.So che sembra assurdo perché questa è un’età spensierata,ma io sono davvero disperata delusa e amareggiata.Ogni cosa che mi dicono inizio a piangere ripensando a lui.Ho fatto la grande cavolata di assillano con bigliettini sulla macchina da bambini ecc…Lui mi ha detto che sono troppo piccola e abbiamo idee e pensieri diversi.Ma non penso che sia questa la motivazionè in quanto fino a sabato mi diceva che fra cinque anni mi voleva sposare che mi avrebbe aspettata e cose così. Sabato sera ho commesso un errore stupido perché mia nonna mi aveva ridotta una schifezza e così sonp andata nel bar dove lavora mi sono fatta dare una birra a stomaco vuoto dopodiché mi girava la testa ero solo tardi la sera con i tacchi e lui si era preoccupato e arrabbiato ma dopo una sfogata era finita lì.Il giorno dopo mi messaggi sul telefono e mi lascia dicendomi di crescere e di ritornare fra due anni e se nessuno di noi due fosse impegnato ci avremmo riprovato.Vi giuro quando cammino per strada sembro una depressa….sono sempre stata una ragazza molto sorridente ma ora non più ogni volta che vedo una sua foto mi viene la tachicardia l’ansia la paura così come ogni volta che lo vedo passare.Non so come fare per fargli capire che sono innamorata e non sono come le altre.Vi chiedo per favore di aiutarmi

  2. Luigi scrive:

    Ciao dopo una storia di 8 anni ,eravamo piccoli lei 14 io 17 da quel momento siamo stati ben 8 anni ed ora lei ha deciso di finirla qui perché era solo abitudine ma non amore io al momento sono disperato voglio fare di tutto per riaverla perche e la mia vita..ci sto provando in tutte le maniere ma lei mi rinfaccia che non prova piu niente mi vuole solo bene come un fratello. Io non riesco a farmi convinto perché la amo troppo comincio a sentire farfalle nello stomaco riuscendo a mangiare meno del dovuto perchee dentro di me si e chiuso tutto..aiutatemi come posso risolvere

  3. sara scrive:

    Salve Il Mio.nome e’ Sara vivo a londra sono venuta qui’ 2 anni e mezzo fa con Il Mio ragazzo, circa 2 mesi fa tra tira e molla non so piu’ se Ti amo Si Ti amo, dopo 6 anni di relazione mi ha lasciata.
    Premetto che convivevamo e nel mese di novembre suo padre’ mori’ Il padre viveva in Russia, quindi sconvolto dopo la notizia e’ partito e quando e’ tornato Dai funerali non era piu’ lo stesso.
    Tornato a casa ha iniziato ad abusare di me verbalmente ogni cosa che facevo era sbagliata Io cercavo di stargli, vicino sostenerlo, ma era come all allergico alla mia presenza, finche ‘ a gennaio mi ha lasciata era partito per Roma Una settimana dicemdomi di voler star solo e di non cercarlo.
    Al sup ritorno mi chiamo dicendomi non mi hai cercato hai buttato via le ultime carte per stare insieme.
    Quando mi ha lasciata le sue parole sono state dopo la morte di Mio padre ho capito che voglio essere felice e con Te non lo ero piu’ litigavamo sempre, quando in realta’ Io non facevo nulla di era come incattivito sempbrava odiarmi.
    Dalla separazione CI siamo visti Una Volta e mi ha detto Ti vedo bene sei ingrassata, sembri felice Io to facevo del male, Ti sei la persona piu’ importante Della mia vita e sto soffrendo anche Io.
    Io mi chiedo come fa Il ragazzo dei tuoi sogni a diventare un incubo a trasformarsi in Uno psicopatico a trattarti come Una pezza da piedi?? Vi Prego aiutatemi a capire….

  4. andrea scrive:

    Salve..da tre mesi la mia ragazza ha detto di voler star sola..perché in passato l ho fatta soffrire gli ho dato poche attenzioni e è stata tanto male..ora dice che comunque pensa a noi ma spesso litighiamo perché per la prima volta sono io a cercarla sempre come faceva lei prima e a scrivergli sempre ma lei dice che è confusa che s è abituata a star sola perché l ho lasciata troppo tempo sola.ha detto che ora ha capito Ke la amo,ma lei non sa che fare.dice solo che ora ha bisogno di stare sola.ma dice che a noi ci pensa e io voglio provare rriconquistarla.ho pensato di stare un paio di settimane senza sentirci anche se per me è ddurissima,e poi il sette marzo facevamo 3 anni e un mese volevo fargli una mega sorpresa che va dritta al cuore non so bene cosa vorrei qualche consiglio. ho capito che lei è la donna della mia vita. .ho avuto dei problemi che m hanno aperto gli occhi e m hanno fatto capi che so stato un coglione.spero di riuscire a riconquistarla sento che ho ancora una mezza possibilità ho sbagliato quest ultimo mese e mezzo a sentirla sempre e accusarla di tante cose…però è una settimanella ke la sento di meno e ke sto provando a capire anke lei..infatti è un po più tranquilla e dice che ci sta pensando ma non sa cosa vuole e ha paura.

  5. Luca scrive:

    Ciao sono Luca da circa un mese sono stato lasciato dalla mia ragazza dopo 5 anni ma la storia va avanti da 7 prima sono stato lasciato dopo 1 mese poi e tornata poi nuovamente lasciato e dopo 7 mesi e tornata e siamo stati insieme per 5 anni.. inizialmente i problemi erano suoi non sapeva cosa voleva veniva da una storia di 4 anni con un altro..
    appena Mi ha lasciato il mese scorso sono sparito per 2 settimane in preda al dolore e alla rabbia.. poi sono tornato con un biglietto in cui le dicevo che mi mancava e che avevo capito i miei errori e volevo cambiare per non perdere le persone che amo dato che il problema e il mio brutto carattere. Mi ha ringraZiato e ci siamo incontrati le ho detto che volevo lavorare su me stesso e via.. e inoltre sono venuto aa sapere da amici alrri.motivi e quindi le ho chiesto conferma. Ed era tutto vero.. e cioe che ultimamente non le davo le giuste attenzioni non prendevo piu iniziativa su uscire e fare le cose insieme. poi pero non vedendo nulla in lei dopo qualche giorno ho capovolto le cose e sono tornato cercando di farla sentire in colpa.. grosso errore.. ci continuamo a sentire ma nulla di fatto.. non so piu cosa fare.

  6. Vale scrive:

    Ciao psiche…ho 30 anni e sette mesi fa nel giro di una settimana sono stata lasciata…lasciata dopo tre anni di storia perfetta…senza problemi o continui litigi!!!mi aveva già lasciata ma poi era tornato convinto di amarmi!!!io gli ho ridato tutta la fiducia e l’amore che potevo nonostante il dolore che avevo provato fino a quando di punto in bianco ha cambiato di nuovo atteggiamento….”non provo più i sentimenti forti che provavo” “tu non hai nessuna colpa…è solo colpa mia” …io in questi mesi ho fatto tutti gli errori possibili …l’ho cercato…gli ho mandato messaggi…il problema più grande è che lavoriamo nello stesso luogo!!!!
    So anche che sta frequentando un’altra che a quanto mi ha detto ha conosciuto dopo che mi aveva lasciata (ma ormai credere a quello che dice non è facilissimo) e questa cosa mi è sembrata davvero strana conoscendo il suo carattere molto timido…e per questo (e sicuramente perché lo spero in cuor mio) credo che questa sia solo la classica storia “chiodo schiaccia chiodo”.
    Io a differenza sua non sono andata avanti…certo ho continuato a vivere la mia vita ma assolutamente senza nuove conoscenze maschili…nella mia testa c’è solo una grande voglia di riconquistarlo…di farlo tornare da me…sono completamente pazza?!?!?mi puoi aiutare?!?
    Grazie in anticipo!!!

  7. Antonio scrive:

    Salve, mi chiamo Antonio sposato con 2 bambini,dopo 5 anni di fidanzamento
    e sette anni di matrimonio mia moglie il 24 Ottobre del 2015 la mattina decise
    di andarsene di casa con i bambini per andare a casa di mia suocera mi telefonò
    e mi disse io non tornerò piu a casa perché non ti amo più, dopo 5.6.giorni mi arrivò
    la raccomandata del suo legale con l intenzione di separarsi.a dir la verità la vedevo
    un po fredda, cambiata nel ultimo periodo sempre attaccata al telefono
    specialmente la sera
    , il telefono sempre occupato ma non immaginavo questo.
    Dopo circa 20 giorni di indagini qualcuno iniziò ad avvicinarmi e confermando che
    c era qualcu altro, lei non mi a mai confermato la verità . comunque io ci sto male
    per i bambini, vorrei, Desiderei,salvare la famiglia quindi chiedo un aiuto

  8. flor scrive:

    salve, mi chiamo Flor
    sono stata lasciata dal ragazzo che da più di nove amo, principalmente a cause di entrambi le famiglie.. vedete verso la fine di quest’estate ero molto stressata a causa di esami universitari che stavo dando ed ero stata ospitata dal mio ex perché la mia famiglia non mi permetteva di studiare. Purtroppo però mentre soggiornavo da lui mi si e incantato una parte del corpo e sono stata portata d’urgente all’ospedale e mi hanno diagnosticato una brutta infezione ai nervi. Da qui il declino, nel momento che sono stata dimessa dall’ospedale, la mia famiglia ha incontrato quella del mio ex e ha iniziato a calunniarmi (dicendo per esempio che ciò che avevo non era vero quando detenevo in mano la cartella clinica, che sono una poco di buono, che picchio la gente e robe cosi)e piangendo gli hanno raccontato queste cose alla sua famiglia. Il punto è che i genitori del mio ex hanno creduto ai miei e a partire da quel momento non mi hanno più potuto vedere. e il mio ex?! beh che dire ,da quel momento abbiamo iniziato a vederci di nascosto da entrambi le famiglie ma sia io che lui abbiam iniziato ad avere pressioni da entrambi le parti arrivando a pedinarci fino a quando lui non ce l’ha più fatta e mi ha lasciata. premetto che stavamo per andare a convivere e tutto buttato all’aria. nell’ultimo periodo è diventato freddo, scostante ma sempre presente. Io lo amo veramente e desidero costruire con lui la mia vita.
    Lui mi ha bloccato dappertutto e non vuole più vedermi ne sentirmi, dopo che gli sono stata vicina.
    Cosa posso fare??

Lascia un Commento!